preghiera

Non dormo, ho gli occhi aperti per te.
Guardo fuori e guardo intorno.
Com'è gonfia la strada
di polvere e vento nel viale del ritorno


Questa è una preghiera per il ritorno
Il ritorno di un anno, il ritorno che non dorme mai, l’approdo di uno sguardo che s’è perso per gli angoli delle strade di questa città

Questa è una preghiera per il tuo cuore che è pieno di grazia, e la grazia è quella che lascia che io l’ami, la grazia del suo silenzio

Questa è una preghiera  per le cose che non ho più da dire su di noi, una preghiera per le notti che ho amato, per i tuffi nella pelle, i sorrisi e gli abbracci, i baci sulla nuca e sulla fronte alla mattina, quei baci che ancora paiono dormire

Questa è una preghiera per noi, per i nostri cuori pieni di cose taciute, per la nostra voce e per la mia, troppo spaventata per respirare forte, per la mia che aspetta la notte per poter parlare, la notte che ci ha ascoltato per ore

Questa è una preghiera per il mio coraggio che manca, per tutte le cose che vorrei dire, che vorrei urlare, forte, fortissimo, per tutte le volte che fingo di non pensarti e di non amarti e di non volerti

Questa è una preghiera che il mio cuore dice da non ricordo neanche da quanto, nel silenzio del mio cuore.

Questa è una preghiera per le sere come questa, in cui mi sembra di morire e niente fa più rumore e il mio cuore si riempie di così tanta pena che vorrei affogarlo nel mare

E intanto prego
per questo tempo che ci assiste e ci accarezza senza domande
per l’attesa e per l’avvento
per i sogni che neanche so sognare
per i desideri che neanche so più avere

E che a quest’ora vorrei solo vomitare

E vorrei avere una notte per dirtelo
Non vorrei dirlo in qualche risposta a un’ora sbagliata, in cui l’addio bisogna raccontarlo perché è arrivato senza sceglierlo
Prego per poter aver il coraggio di scegliere, di andarmene o di restare, che certi giorni sembra quasi la stessa cosa
Prego per un segno, una voce che mi svegli da un torpore millenario, e mentre lo dico son talmente stanca che vorrei dormire

Prego certe sere che l’amore scivoli via come un sogno al mattino, che penserò a tutto questo come un luogo lontano in cui il mio cuore ha vissuto forse in un’altra vita.

Questa è una preghiera per il posto in cui arriveremo, e che un po’ avrà i nostri occhi, per quando li cercherai e ci penserai.


Questa è una preghiera per chiedere perdono per tutte le cose che non hanno avuto voce e per tutte le cose che non sono stata, soprattutto per quando non sono stata me e con me.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget